Venerdì 4, Sabato 5 e Domenica 6 agosto 2017

 
 
 
 
 
 
 
 

Festa Ta Mont

Va in scena la ricca tradizione ladina, fatta di costumi, di musica, di specialità culinarie, di storie e di leggende in una magica atmosfera.

Dopo il successo delle precedenti edizioni, torna anche nell'estate 2017 la Festa ta Mont.

Con il prezioso aiuto degli oltre duecento volontari, con la loro disponibilità e collaborazione piena di entusiasmo, di voglia di fare e di realizzare, ricreeremo nelle giornate del 4, 5 e 6 agosto 2017 quell'atmosfera di amicizia e di allegria che già aveva contraddistinto l'edizioni precedenti!

Un luogo dalla rara bellezza, una valle incastonata tra il grigio delle rocce, tra l'azzurro del cielo, tra il verde dei prati e tra i mille colori dei fiori che sapranno anche nella prossima estate accogliere, come in un caldo abbraccio,quanti vorranno trascorre momenti speciali, momenti che con semplicità riescono a rimanere indelebili e vivi per tanto, tanto tempo. In Val San Nicolò conosceremo uno spaccato della cultura ladina, tra le vecchie baite, dalle quali escono profumi intensi, scopriremo gustosi piatti della buona cucina tipica, preparati con la genuinità e la semplicità di casa, e poi da ogni angolo musica folkloristica a fare da contorno ad una festa che è insieme tradizione, folklore e cultura. Perché la Festa ta Mont vuole quest'anno proporre il tema che è stato il filo conduttore che ha legato tutte le edizioni di Festa ta Mont: la Montagna stessa, il luogo che ci ospita e che ogni anno vi fa tornare in Val di Fassa. Ecco così che la Montagna sarà la protagonista assoluta di quest’anno, e in particolar modo le Dolomiti, che l’UNESCO nel 2009 ha iscritto tra i Patrimoni naturali dell’umanità. Un “Bene seriale” composto da nove Sistemi, che durante questi due giorni potremo conoscere un po’ di più, grazie alle installazioni fotografiche e ai punti informativi lungo la valle e grazie agli eventi in programma, fra cui un’imperdibile tavola rotonda con prestigiosi nomi del panorama culturale.

Una montagna fatta non solo di luoghi, ma anche delle genti che vi abitano e che nei secoli hanno saputo preservarne l’unicità e la bellezza, che tutti noi oggi possiamo ammirare alzando lo sguardo verso ciò che ci circonda. Un patrimonio di tutti, che merita di essere rispettato e salvaguardato.