Venerdì 2, Sabato 3 e Domenica 4 agosto 2019

Le Dolomiti. Quattro chiacchiere con le genti di montagna

“Le Dolomiti sono largamente considerate tra i più bei paesaggi montani del mondo. La loro intrinseca bellezza deriva da una varietà di spettacolari conformazioni verticali – come pinnacoli, guglie e torri – che contrastano con superfici orizzontali – come cenge, balze e altipiani – e che s’innalzano bruscamente da estesi depositi di falda detritica e rilievi dolci ed ondulati. La grande diversità di colorazioni è provocata dai contrasti di roccia nuda con i pascoli e le foreste. Queste montagne s’innalzano in picchi interposti a gole, rimanendo isolati in alcuni luoghi o formando sconfinati panorami in altri. Alcune scogliere rocciose si ergono per più di 1.500 metri e sono fra le più alte pareti calcaree al mondo. Lo scenario caratteristico delle Dolomiti è divenuto l’archetipo del “paesaggio dolomitico”. I pionieri della geologia sono stati i primi ad essere catturati dalla bellezza di queste montagne: i loro scritti e le successive opere pittoriche e fotografiche, evidenziano ulteriormente lo straordinario fascino estetico di tutto il bene.”

(UNESCO, Dichiarazione di eccezionale valor e universale, criterio VII: contenere fenomeni naturali superlativi o aree di eccezionale bellezza naturale ed importanza estetica)

Sabato 4 e domenica 5 agosto
a partire dalle ore 14.30 lungo il percorso

Quattro chiacchiere con le genti di montagna
incontri culturali tra gente di montagna e appassionati

Esperti di alpinismo, ambiente, solidarietà, minoranza ladina e scrittori di montagna ci parleranno della loro esperienza del vivere nelle Dolomiti. Dalla montagna vissuta come luogo di sfide sportive, dalla difesa attiva della natura e dell’ambiente all’impegno che la montagna richiede in termini di servizio di soccorso, fino alla montagna dolomitica come luogo di nascita e dimora della popolazione ladina, infine come protagonista principale e teatro di narrazioni.

La Montagna, le Dolomiti, sono un luogo al contempo mitico e reale che, unico nel suo genere, ha permesso la sopravvivenza della minoranza linguistica ed etnica ladina, erede dell’antico popolo dei Reti. Questo argomento fornirà l’occasione di avvicinarsi al cuore della comunità di Fassa e delle altre comunità dei Sistemi dolomitici.

Si comincia SABATO alle 14.30 con una chiacchierata sull’ambiente dolomitico con rappresentanti della Fondazione Dolomiti Unesco, della SAT – Società degli Alpinisti Trentini e del mondo imprenditoriale, per capire come si possano conciliare le esigenze di difesa ambientale e di sviluppo turistico.

Si prosegue alle ore 16.00 con la cruciale tematica della solidarietà e del soccorso alpino con chi ogni giorno deve affrontare le sfide e i rischi della montagna per prestare aiuto a chi si trova in difficoltà (con rappresentanti del Soccorso Alpino e dell’Aiut Alpin Dolomites): un incontro per conoscere la storia del soccorso in montagna, nato con l’avvento dell’alpinismo, la cui storia nelle Dolomiti iniziò negli ultimi decenni del 1800, e per diffondere una cultura della sicurezza.

DOMENICA alle ore 14.30 potremo ascoltare le esperienze di alpinisti di fama internazionale che ci racconteranno le loro sfide, le paure, le vittorie, le ambizioni e lo spirito che li spingono ad affrontare giganti di roccia e di neve per arrivare sulle vette del mondo.

Alle ore 15.30 è la volta di conoscere i Ladini delle Dolomiti, il popolo custode delle Dolomiti, erede dell’antico popolo dei Reti, che ha saputo domare le asperità di queste montagne e farne la loro casa, conservando remote tradizioni e una lingua secolare.

Si termina alle ore 16.30 con gli scrittori di montagna, che con la penna cesellano storie che respirano l’aria stessa delle montagne e delle antiche terre dolomitiche, sono luoghi magici, senza tempo, che prendono vita e ci parlano attraverso i loro libri.

Interverranno fra gli altri
Piero Badaloni, giornalista e scrittore
Raffael Kostner, Guida alpina e fondatore dell’Aiut Alpin Dolomites
Tone Zulian “Cuz”, Guida alpina e membro del Soccorso Alpino “Zenter Fascia”
Tamara Lunger, alpinista
Sergio Valentini, alpinista e Guida alpina
Fabrizio Defrancesco, alpinista e Guida alpina
Giuseppe Detomas, assessore regionale alle minoranze linguistiche della Regione Trentino Alto Adige / Südtirol
Roland Verra, scrittore e Ntendënt dla scoles ladines
Mauro Corona, alpinista e scrittore
Alfredo Paluselli, scrittore
Angelo Iellici “de la Rezila”, scrittore e rifugista
Luigi Maieron, scrittore